La valle a canoa più famosa tra i geologi del mondo!

Al Monte San Martino e alla valle sospesa del rio Tinello, tra grotte naturali di cacciatori dell’età del Bronzo e del Ferro e altari sacrificali sotto l’austera mole della Rocca d’Olgisio.

SABATO 27 SETTEMBRE h 14:30 – PIANELLO VAL TIDONE

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Escursione facile per tutti alla scoperta di uno dei luoghi più misteriosi e che ben conserva le tracce della vita dei cacciatori dell’età del Bronzo e del Ferro conservati della ns. provincia in un contesto geologico unico come quello della valle sospesa del rio Tinello formata dalle rocce più recenti del nostro appennino e che permettono di dominare strategicamente il territorio circostante.
Come non emozionarsi di fronte allo stretto passaggio della vetta del monte San Martino o di fronte agli scavi archeologici in corso proprio sotto la sua sommità che hanno portato alla luce due diversi insediamenti dell’età del Bronzo e dell’alto Medioevo?
Per poi passare alla grande pietra di arenaria lavorata con fori e usata come luogo di culto e alla scoperta di una grotta che fungeva da riparo per i cacciatori di questi boschi.
L’escursione si svolge con momenti di approfondimento delle importanti caratteristiche storiche, ambientali e geologiche e si svolge con un’andatura non agonistica.

  • Difficoltà: TURISTICA (vedi sotto la spiegazione)
  • Durata: circa 2 ore (al netto delle pause)
  • Sviluppo: circa 3 km
  • Dislivello in salita: circa 225 m (somma delle salite)

Prenotazione: OBBLIGATORIA presso ATLANTE SAS – GUIDE TURISMO e CULTURA, cell. 3341553061, email info@atlanteguide.it – www.atlanteguide.it

  • Bambini/ragazzi: adatto anche ai ragazzi abituati al cammino dagli 8 anni. I minori di 18 anni devono essere obbligatoriamente accompagnati da persona adulta responsabile per legge
  • Ritrovo: ore 14:30, piazza di Pianello V.T., presso il parcheggio della pesa pubblica appena passato il ponte sul t. Tidone entrando in paese sulla sinistra, da dove ci sposteremo in auto presso Chiarone per la partenza sul sentiero
  • Tipo di fondo: sentiero e mulattiera (asfalto 0,25 km)
  • Abbigliamento: è consigliato un abbigliamento a strati, portare sempre nello zaino un k-way o mantellina per la pioggia, occhiali da sole, crema solare e cappellino. Si raccomandano pantaloni lunghi per la fitta vegetazione. Si consiglia di lasciare in auto un ricambio completo asciutto.
  • Calzature: sono necessari scarponcini da escursionismo con suola vibram o equivalente con buona presa e scolpitura (non sono consigliate le scarpe da ginnastica)
  • Acqua: portare sempre almeno 1 l.
  • Andatura: sarà garantita per permettere a tutti di partecipare senza eccessiva fatica, non si tratta di un’escursione competitiva. Necessaria comunque una buona forma fisica e abitudine al cammino in montagna.

INFORMAZIONI DI SICUREZZA:

  1. Si prega di avvisare la guida per qualsiasi necessità relativa all’escursione, con particolare riferimento ad eventuali problemi di salute, fobie o allergie.
  2. In caso di rinuncia si prega di informare tempestivamente via telefonica la guida.
  3. La partecipazione all’escursione è soggetta al pieno rispetto delle direttive fornite dalla guida. Per motivi di sicurezza la guida si riserva di modificare l’escursione in qualsiasi momento.

LIVELLO DI DIFFICOLTA’ T = Turistico. Itinerari su stradine, mulattiere o comodi sentieri, segnalati con continuità al piano di calpestio,preferibilmente riportati anche in topografia, che presentano dislivelli e sviluppi modesti (max 3-400 m di dislivello in salita su 7-9 km), in zone relativamente antropizzate, dove l’attraversamento di corsi d’acqua avviene su ponticelli dotati di mancorrente, dove agevole risulta approvvigionarsi di cibo o d’acqua potabile, trovare rapidamente riparo in caso di intemperie, chiamare aiuto in caso di infortunio. E’ percorribile anche da famiglie con bambini o anziani e, in generale, da persone in buona salute che svolgano senza difficoltà una normale attività fisica, che conoscano l’ambiente di svolgimento, il suo clima ed i potenziali pericoli legati alla fauna ed alla flora in misura sufficiente ad approntare abbigliamento, calzature e comportamenti adeguati e che posseggano una minima capacità di orientamento intuitivo.