La confluenza Aveto-Trebbia, il castello di Cariseto e l’elefante di Annibale

Dalla sagoma di Surus al passaggio di Federico Barbarossa, all’altopiano di Selvarezza… e all’arrivo bagno in Trebbia! 

DOMENICA 16 AGOSTO h 09:00 – CERIGNALE (PC)

A cavallo tra il Trebbia e l’Aveto, il suo principale affluente, proprio alla confluenza con gli spettacolari meandri incassati in uno dei tratti più spettacolari del fiume. Un’escursione di grande soddisfazione, in un ambiente grandioso, al cospetto delle più alte cime della catena, cercando la sagoma dell’elefante del Trebbia, il mitico Surus di Annibale e le fornaci romane, la zona umida di Selvarezza e il mulino ancora in funzione a Cerignale. La leggenda storica ci porterà anche al castello di Cariseto dove l’imperatore Federico Barbarossa avrebbe soggiornato nel 1167 minacciato dalle truppe della Lega Lombarda. Al termine dell’escursione si potrà fare un bagno al ritorno fermandosi a Confiente, una delle più belle spiagge del Trebbia!

Questo slideshow richiede JavaScript.

  • Difficoltà: ESCURSIONISTICA (vedi sotto la spiegazione) 
  • Durata: circa 5 ore (al netto delle pause)
  • Sviluppo: 13,5 km
  • Dislivello in salita: circa 650 m (somma delle salite)
  • Prenotazione: OBBLIGATORIA (per motivi assicurativi) entro le h 18:00 di sabato 15 agosto via email a trekkingcollipiacentini@gmail.com
  • Costo: 12 € adulti – 7 € minori (comprende assicurazione e accompagnamento della guida)
  • Bambini/ragazzi: adatto anche ai ragazzi abituati al cammino dai 14 anni. I minori di 18 anni devono essere obbligatoriamente accompagnati da persona adulta responsabile per legge.
  • Ritrovo: puntuale presso piazza del Municipio Cerignale (60 km da Piacenza, circa 1h 15min) alle ore 09:00
  • Pranzo: al sacco, in forma autonoma (a Cerignale disponibilità di negozi e bar-ristorante “Del Pino” tel. 0523-939215 o nei pressi di Cerignale camping bar ristorante “Le Piane” tel. 0523-939345, con possibilità di merenda, prezzo 5-10 €, non compresa nell’escursione)
  • Tipo di fondo: sentiero e mulattiera (asfalto 0,6 km)
  • Abbigliamento: è consigliato un abbigliamento a strati, portare sempre nello zaino un k-way o mantellina per la pioggia, occhiali da sole, crema solare e cappellino. Si consiglia di lasciare in auto un ricambio completo asciutto.
  • Calzature: sono necessari scarponcini da escursionismo con suola vibram o equivalente con buona presa e scolpitura (non sono consigliate le scarpe da ginnastica)
  • Acqua: portare sempre almeno 1,5 l.
  • Andatura: sarà garantita per permettere a tutti di partecipare senza eccessiva fatica, non si tratta di un’escursione competitiva. Necessaria comunque una buona forma fisica e abitudine al cammino in montagna.

Per informazioni e prenotazioni:
Guida ambientale escursionistica Daniele Sogni
cell. 333 – 73 24 127
email: dsogni@gmail.com

INFORMAZIONI DI SICUREZZA:

  1. Si prega di avvisare la guida per qualsiasi necessità relativa all’escursione, con particolare riferimento ad eventuali problemi di salute, fobie o allergie.
  2. In caso di rinuncia si prega di informare tempestivamente via telefonica la guida.
  3. La partecipazione all’escursione è soggetta al pieno rispetto delle direttive fornite dalla guida. Per motivi di sicurezza la guida si riserva di modificare l’escursione in qualsiasi momento.

LIVELLO DI DIFFICOLTA’ E = escursionistico. Itinerari che si svolgono su sentieri di ogni genere, non necessariamente segnalati al piano di calpestio, ma chiaramente riportati in cartografia, ivi compresi quelli che presentano forte esposizione, svolgendo dislivelli e sviluppi sempre superiori a quelli di grado T; si sviluppano in zone scarsamente antropizzate, dove l’attraversamento di corsi d’acqua può avvenire a guado, senza però che vi sia pericolo di essere trascinati dalla corrente in caso di caduta, o con l’utilizzo di ‘ponti tibetani’ e passerelle assimilabili, dove è in genere difficoltoso trovare rapidamente riparo dalle intemperie o chiamare aiuto in caso di infortunio e spesso può non essere facile approvvigionarsi di acqua potabile e cibo. E’ percorribile anche da famiglie con bambini ed anziani, a patto che siano sufficientemente allenati e in ottime condizioni di salute, che non soffrano di vertigini, che siano equipaggiati in modo adeguato e specifico, che conoscano bene l’ambiente di svolgimento e siano in grado di orientarsi agevolmente usando la carta topografica e l’orientamento intuitivo.